Recording delle automazioni in Ableton Live 9 [+ Video Tutorial]

Clip Automation - Ableton Universe

Una delle novità introdotte dalla versione 9 di Ableton Live è quella di poter “registrare le automazioni“, ma che cosa significa?

Chiunque ha avuto a che fare con programmi come Ableton, Logic, Cubase, FL Studio sa benissimo che nella stesura di un brano, le automazioni ricoprono un ruolo molto importante, ci consentono infatti di far variare determinati parametri per creare una serie di effetti dando un po di movimento alla traccia (ad esempio automatizzando il fader del volume possiamo creare un effetto dissolvenza alla fine della nostra traccia, oppure automatizzando la frequenza di taglio di un filtro possiamo realizzare un effetto cutoff, ecc…).

In generale utilizzeremo le automazioni tutte quelle volte che abbiamo bisogno che un determinato parametro (di uno strumento o di un effetto), cambi il suo valore durante il brano.

Generalmente le automazioni vengono rappresentate dai software mediante delle line e dei punti (che fungono da snodi) mediante i quali si possono “disegnare” le automazioni. Vediamo nell’immagine sottostante un’automazione creata in Ableton Live:

Classic Automation Draw - Ableton Universe

Fin’ora l’unica possibilità per effettuare le automazioni era quella di affidarsi al mouse del nostro pc, disegnando opportunamente righe e puntini a seconda di come si voleva far variare il parametro in questione. Con l’introduzione della funzione di registrazione delle automazioni introdotta in Live 9, è possibile salvare direttamente i movimenti dei potenziometri dello strumento, o effetto, che stiamo utilizzando, all’interno della clip in riproduzione; ovviamente il discorso vale anche nel caso questi potenziometri vengano mossi tramite un controller esterno adeguatamente “mappato con il software”.

Una volta registrata la nostra automazione noteremo un piccolo puntino rosso apparire affianco al valore che abbiamo automatizzato, cliccando con il tasto destro del mouse si presenterà un menu a tendina, e selezionando la voce “Mostra Automazione” potremo visualizzare la registrazione del movimento del potenziometro che abbiamo effettuato. A questo punto abbiamo la nostra automazione bella e pronta, senza dimenticare che in qualsiasi momento questa può essere modificata in modo del tutto analogo a quello utilizzato per modificare le automazioni “classiche”.

Vediamo con un Video Tutorial come registrare un’automazione:

Nel video tutorial abbiamo scelto di utilizzare lo strumento Analog, ma la stessa procedura si può effettuare su tutti gli strumenti, effetti audio, effetti MIDI , elementi realizzati con MAX 4 Live, VST, VSTi, e il mixer del programma. Insomma date libero sfogo alla vostra fantasia e automatizzate tutto quello che volete far muovere 😀

Ciao da Andrea Marchetti – Ableton Universe Blog 😀